CAPENA: LA TRISTE FINE DEL “FATTORE P”

Capena, elezioni comunali 2014, cinque liste in gara: ultima classificata, “FATTORE P”, con meno di ottocento voti, nonostante le aspettative alimentate dalla numerosa claque presente all’urlato comizio conclusivo in Piazza 2 Agosto.
Dunque, quelli di SEL Capena hanno messo in piedi e portato a compimento un’operazione politica fallimentare, che li ha in definitiva ridicolizzati.
Quali riflessioni potranno elaborare, dopo il deludente esito di questa tornata elettorale?
Certo, il loro Candidato, l’Urbanista, ha pur detto, nella sua tonante allocuzione finale, che “abbiamo già vinto”: potrebbe quindi essere disposto, con gli altri militanti della sua formazione politica, ad accontentarsi di questa metaforica “vittoria”. Se così fosse, contenti loro…
Qualche calcolo, però, è il caso di farlo.
La consistenza elettorale dell’area a sinistra del PD, a Capena, può essere prudentemente stimata in 300-400 voti.
I 752 voti complessivi riportati dalla lista e dal suo Candidato Sindaco fanno pensare che, al bacino di voti della “sinistra radicale” locale, si siano aggiunte solo poche centinaia di voti.
Ora, noi ricordiamo bene il logo del “Fattore P” sopra quelli di due forze politiche di centrodestra sopra la porta della “Casa del centrodestra, dei moderati e degli indipendenti” in via IV Novembre (numero civico 37, se non andiamo errati); è circolato anche un volantino nel quale quell’area politica indicava due candidati che sosteneva tra quelli della lista “Fattore P”.
Sembra che si possa ritenere, sulla base di alcune considerazioni di matematica elementare, che solo una parte nettamente minoritaria dell’elettorato dell’area ex PDL a Capena abbia votato per la lista “Fattore P”.
Che cosa pensano di tutto ciò i militanti di SEL Capena e, in particolare, gli esponenti locali più rappresentativi di questa formazione politica, a partire dall’Urbanista e dall’Ingegnere Etico?
Ritengono che vi sia qualcosa di cui lamentarsi, qualcosa da denunciare politicamente? O è tutto a posto, tutto “kosher”?
Dubito che diranno mai pubblicamente qualcosa di significativo al riguardo.

2 Risposte to “CAPENA: LA TRISTE FINE DEL “FATTORE P””

  1. Armanda Says:

    buonasera
    Leggo solo adesso a distanza di mesi la sua analisi del voto, e devo dire che non ho resistito ho dovuto rispondere anche se non rientra nel mio comportamento abituale.
    Lei ha scritto molte inesattezze ed il suo articolo é molto scorretto, parla di cose che non conosce ma soprattutto offende persone che dedicano tempo e denaro per migliorare il proprio paese senza nulla avere in cambio ma solo per senso civico, a differenza di chi come lei fa di tutto per passare inosservato e si nasconde dietro una tastiera noi ci abbiamo messo la faccia e continuiamo a farlo, l’urbanista come ama appellarlo lei é una bravissima persona competente e molto impegnata nel sociale come tutto il gruppo del resto, noi non ci siamo mai nascosti e la nostra analisi del voto l’abbiamo fatta ammettendo anche qualche errore dovuto all’inesperienza ma di certo non siamo ridicoli questo no mi creda, ridicolo é lei che giudica senza sapere, ridicolo é lei che non ha il coraggio di firmare quello che scrive, ridicolo é lei che ancora parla di Sel quando per mesi abbiamo spiegato che il gruppo é composto da tante persone con idee politiche diverse, ridicolo é lei perché non ci conosce ma ci giudica.
    Un’ultima cosa poi la lascio alle sue preghiere, noi ci riuniamo tutti i lunedì alle 21 se vuole può passare, la nostra sede é aperta a tutti, così magari ci conosce e dall’alto della sua saggezza potrà illuminarci.
    Amen

  2. Amanda Says:

    buonasera
    Leggo solo adesso a distanza di mesi la sua analisi del voto, e devo dire che non ho resistito ho dovuto rispondere anche se non rientra nel mio comportamento abituale.
    Lei ha scritto molte inesattezze ed il suo articolo é molto scorretto, parla di cose che non conosce ma soprattutto offende persone che dedicano tempo e denaro per migliorare il proprio paese senza nulla avere in cambio ma solo per senso civico, a differenza di chi come lei fa di tutto per passare inosservato e si nasconde dietro una tastiera noi ci abbiamo messo la faccia e continuiamo a farlo, l’urbanista come ama appellarlo lei é una bravissima persona competente e molto impegnata nel sociale come tutto il gruppo del resto, noi non ci siamo mai nascosti e la nostra analisi del voto l’abbiamo fatta ammettendo anche qualche errore dovuto all’inesperienza ma di certo non siamo ridicoli questo no mi creda, ridicolo é lei che giudica senza sapere, ridicolo é lei che non ha il coraggio di firmare quello che scrive, ridicolo é lei che ancora parla di Sel quando per mesi abbiamo spiegato che il gruppo é composto da tante persone con idee politiche diverse, ridicolo é lei perché non ci conosce ma ci giudica.
    Un’ultima cosa poi la lascio alle sue preghiere, noi ci riuniamo tutti i lunedì alle 21 se vuole può passare, la nostra sede é aperta a tutti, così magari ci conosce e dall’alto della sua saggezza potrà illuminarci.
    Amen

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: