CAPENA: UN MANIFESTO DEL PDL LOCALE

E’ stato qualche tempo fa affisso negli spazi a ciò deputati un manifesto nel quale il PDL di Capena si sofferma su uno sgradevolissimo episodio verificatosi alcune settimane orsono: un attentato ad uno studio professionale al Bivio di Capena. A quanto è stato riferito, sarebbe stata gettata in una stanza dello studio in questione una sorta di bottiglia incendiaria o bottiglia molotov, la quale, fortunatamente, avrebbe tuttavia provocato solo danni assai limitati.
Il predetto manifesto, oltre a ribadire l’ovvio, e cioè che ognuno ha diritto a godere di sicurezza sul piano personale e su quello professionale, esprime solidarietà ad un Consigliere ed ex Assessore, passato in seguito al rimpasto avvenuto nel febbraio di quest’anno dalla maggioranza alla minoranza od opposizione: questo Consigliere è uno dei tre professionisti che fanno capo allo studio in questione. La formazione politica autrice del manifesto di cui si tratta si dice disponibile ad un Consiglio Comunale “di solidarietà e di denuncia” in relazione al criminoso gesto.
Deve peraltro osservarsi che, al momento, non parrebbe esservi alcuna certezza né sul target, ossia sul(l’identità del) bersaglio dell’azione criminosa, né sul movente della stessa: non si comprende quindi in base a quali elementi il PDL possa, a quanto sembrerebbe, presupporre e dare per scontato che obiettivo dell’azione fosse, tra i professionisti che fanno capo allo studio contro il quale essa è stata diretta, proprio il suddetto Consigliere ed ex Assessore, tanto più che, al momento, si presenta ancora oscura la causale del gesto.
E’ abbastanza chiaro, tuttavia, che il fatto di cui si tratta è stato preso come spunto (sarebbe indubbiamente ingeneroso dire “strumentalizzato”) dal PDL per un’implicita replica al manifesto del “Maestrale” “DAMIBUS: NOTI LE DIFFERENZE?” – manifesto nel quale il Consiglio Comunale straordinario convocato alcuni mesi fa quasi subito dopo uno sgradevolissimo e penalmente illecito accaduto poco dopo l’insediamento della nuova Giunta era presentato come il segno di un trattamento privilegiato verso chi in quel caso era stato colpito, e ciò a fronte del fatto che, per quanto concerne i problemi che stavano portando alla possibile interruzione del servizio di trasporto pubblico locale, il Consiglio Comunale era stato, invece, convocato solo pochi giorni prima che il servizio s’interrompesse, mentre i problemi erano conosciuti da mesi.
Qualcuno ha espresso critiche nei confronti di questa, che è una delle poche uscite pubbliche del PDL locale, ritenendola non opportuna, anche, tra l’altro, per le considerazioni sopra accennate, e ad essa reputando preferibile nella circostanza il silenzio.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: