LETTURE HOT PER L’ESTATE – III

Quale è stata la logica politica degli interventi del governo Monti?
In primo luogo ha protetto gli interessi delle banche. Nella sua prima manovra ha stabilito che i passivi delle banche italiane vengano garantiti dallo Stato italiano, dai contribuenti. Quelle banche che prendono i soldi dalla Bce all’1% di interesse e poi li prestano a tassi da usura ai cittadini, alle imprese e allo Stato italiano, quelle banche che hanno pagato liquidazioni milionarie ai loro dirigenti, se emettono obbligazioni siamo noi a garantirle con le nostre tasse
[…]
In secondo luogo ha aumentato le tasse su larga parte della popolazione, escludendo seccamente una tassa sui grandi patrimoni.
In terzo luogo ha aumentato a dismisura l’età per andare in pensione, portandola al livello più alto in Europa, nonostante le casse dell’Inps siano in attivo.
In quarto luogo ha manomesso l’articolo 18
(dello Statuto dei Lavoratori), rendendolo sostanzialmente inefficace e per questa via rendendo precari, perché ricattabili, tutti i lavoratori e le lavoratrici italiane. Parallelamente non ha ridotto per nulla la precarietà, lasciando intatte tutte le 46 forme di assunzione che caratterizzano il supermercato del lavoro messo in piedi da Berluscono con la Legge 30 e il collegato lavoro.
In quinto luogo ha modificato le regole d’ingaggio dell’esercito italiano in Afghanistan, rendendo possibili i bombardamenti.

In sesto luogo ha abolito il contratto nazionale di lavoro nelle ferrovie. La stessa operazione di Marchionne con la Fiat Monti l’ha fatta nel trasporto.
In settimo luogo sta liberalizzando i servizi pubblici locali, la più grande opera di privatizzazioni che si possa ipotizzare in Italia. Un’operazione particolarmente gradita alla Confindustria che dalla gestione privata dei beni comuni confida di accaparrarsi grandi profitti e in totale contraddizione con l’esito del referendum del maggio 2011, quando 27 milioni di italiani hanno votato affinché l’acqua fosse pubblica.

(Paolo Ferrero, op. cit., pagg. 85-86)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: