CAPENA: A PROPOSITO DI UN COMUNICATO DEL CONSIGLIERE REGIONALE PD CARLO LUCHERINI

E’ stato pubblicato sulla bacheca della Comunità Facebook “Capena: I Dimenticati” il 10.02.2012 alle 21.46 un comunicato del Consigliere Regionale del Partito Democratico Carlo Lucherini – comunicato tratto dal sito Web personale del predetto Consigliere, il quale in esso esprime la propria contrarietà all’ipotesi di un PD che entri in maggioranza con il PDL a Capena e afferma che si deve tornare alle urne e in quella sede, eventualmente, sottoporre al giudizio dei cittadini/elettori nuove alleanze (ciò che, per la verità, non parrebbe esprimere un giudizio incondizionatamente negativo su un accordo PD-PDL, ma solo puntualizzare che esso non può realizzarsi in contraddizione con la posizione assunta alle ultime elezioni – di contrapposizione con il PDL -, ma solo in seguito a nuove elezioni).
Non è inutile mettere a fuoco un paio di dettagli nel comunicato del Consigliere Lucherini.
Vi si parla di elezioni (comunali) a giugno e sembra, anche se nel comunicato non è specificato, che il riferimento sia al giugno di quest’anno. Nel manifesto del PD “UNA NUOVA MAGGIORANZA OVVERO IL CORAGGIO DI GOVERNARE” si dice, invece, che, nel caso di commissariamento del Comune, le nuove elezioni comunali non potrebbero svolgersi prima della primavera del 2013.
Nel comunicato, inoltre, si auspica che i due Consiglieri Comunali di centrosinistra e del PD firmino le dimissioni “insieme ai dimissionari dell’UDC”. Il riferimento, a quanto sembra, è a dimissioni dall’ufficio di Consigliere, che non risulta siano state sinora rassegnate dai Consiglieri in quota UDC; anche se fossero rassegnate da Consiglieri UDC e di centrosinistra, i Consiglieri dimissionari sarebbero cinque e ciò non sarebbe sufficiente per lo scioglimento del Consiglio Comunale, richiedendosi a tal fine la “cessazione dalla carica per dimissioni contestuali, ovvero rese anche con atti separati purché contemporaneamente presentati al protocollo dell’ente, della metà più uno dei membri assegnati, non computando a tal fine il sindaco o il presidente della provincia” (art. 141, 1° comma, n. 3, del d. lgs. n. 267 del 2000, ossia del Testo Unico degli Enti Locali o T.U.E.L.). Quindi, se le dimissioni non sono rassegnate contestualmente dalla maggioranza dei Consiglieri, non si dà luogo allo scioglimento immediato del Consiglio Comunale.

7 Risposte to “CAPENA: A PROPOSITO DI UN COMUNICATO DEL CONSIGLIERE REGIONALE PD CARLO LUCHERINI”

  1. boris Says:

    Lucherini fa bene ad intervenire , in fondo lui in questi anni e’ sempre stato presente nel cercare di risolvere i problemi del nostro territorio e si e’ sempre battuto per Capena e per i Capenati . E ‘ giusto che si faccia sentire!

  2. boris Says:

    Credo che sinceramente molti dirigenti , dovrebbero imparare da certi dirigenti locali che con un partito allo sbando econ due consiglieri comunali , sono riusciti a rimetter il Pd al centro della scena politica ed ottenere due assessorati pare di un certo peso . Certo dipenderà da quello che riusciranno a realizzare in questi 2 ma l’operazione politica e’ geniale a mio modesto avviso

    • Sostiene Pereira Says:

      il commento dell’utente Boris è assai curioso ed interessante, anche se a mio avviso non condivisibile. In primo luogo è curioso notare che laddove nel primo post egli esalti l’intervento di Lucherini che, senza mezzi termini boccia l’operazione del direttivo del PD capenate, nel secondo invece egli asserisca che l’operazione del direttivo del PD capenate sia “geniale”.
      Quanto al secondo post (13-02, ore 11.55) 1) l’utente riconosce che il PD sia un partito allo sbando, cioè un partito che seppur storicamente di una certa rilevanza a Capena sembra essere, al momento alla deriva, senza una guida certa o con obiettivi certi, allo sbando appunto. 2) Seppur allo sbando grazie alle doti dei sui dirigenti locali (da cui “molti dirigenti, dovrebbero imparare..”) è riuscito nell’impresa di “rimettere il PD al centro della scena politica”, ci sembra però utile ravvisare che al momento questo essere tornati al “centro della scena politica” non sia avvenuto certo pe qualche brillante azione politica ma perché molti militanti e simpatizzanti del PD gridano, e non senza tutti i torti, al “tradimento”, minacciano il commissariamento della sezione di Capena, insomma la prima cosa concreta che si è ottenuta è la spaccatura all’interno della stessa sezione del PD capenate, e questo certo non aiuta. 3) ma la parte più interessante, a mio avviso, è laddove grazie a questa mossa “geniale” i due ex-consiglieri di opposizione passando in maggioranza abbiano ottenuto due assessorati di spessore. Non mi sembra una mossa tanto geniale, né tanto originale, anche nell’ultima legislatura (cioè prima del governo Monti) abbiamo assistito a parlamentari che seppur eletti nelle file dell’opposizione hanno, quando ce ne è stato il bisogno, abbandonato l’opposizione e sostenuto il governo Berlusconi per non farlo cadere (mi pare appunto si chiamassero “i responsabili”) non vedo nulla di così geniale od elevato se non l’opportunismo di sfruttare la situazione per qualche scopo (il tempo ci dirà se personale o meno). I due consiglieri in forza PD sono stati accolti per evitare che cadesse il comune proprio come con Berlusconi, del resto era una possibilità che avevano anche le altre forze di opposizione (forse alcune più giustificabili, perché se non altro più vicine a quell’area politica e che invece hanno declinato l’invito) e invece è proprio quella forza che per sua natura più dovrebbe combattere il “berlusconismo capenate” a dargli manforte, rimane assai curioso. Tuttavia se andiamo a vedere l’inconsistenza dell’opposizione portata avanti dal, PD in questi due anni, allora forse non dovremmo stupirci più di tanto ed il “geniale” ci sta tutto! Da qui, ironicamente, si potrebbe trarre la seguente massima: Se non riesci a concludere nulla in minoranza non abbatterti hai sempre la possibilità di saltare dall’altra parte”

      • boris Says:

        bravo Trendelemburg questa opposizione si e’ stancata di fare opposizione da lontano.. cerca di avvicinarsi ..

  3. boris Says:

    Siamo confusi Trend .. il Pd si allea con pdl .. pdl caccia udc e si allea con Pd .. udc che cerca di far entrate La destra … il maestrale che so sente Pdl .. sponsorizzata Berlusconi .. attacca la discarica ma e ‘ con Polverini .. dice viva le intercettazioni ma era Berlysconiano .. contro speculazioni edilizia ma nicchia quando sono degli sponsor .. flirta con Anno Zero .. ma poi si dividono sul voto .. Attaccano le lobby ma si alleeranno con Udc? .. Che confusione!!!

    • boris Says:

      Ma se son tutti corrotti ., perché stanno ancora li? Ma Ristich non fu per 10 giorni candidato sindaco della pdl e fatto fuori da udc? Alle prossime che fa si allea con udc??

    • trendelenburg Says:

      Faccio presente all’utente Boris che Sostiene Pereira non è un ulteriore “nickname” dello scrivente, cioè dell’autore dei “post” del blog. Si tratta di un’altra persona, la cui identità non mi è nota. Come poi ho già rappresentato più volte, ciò che ritengo debba interessare e che quantomeno allo scrivente interessa non è l’identità di chi scrive, ma ciò che viene scritto: non il “quis”, ma il “quid”. A proposito di “genialità”, evocata dall’utente Boris, l’utente Sostiene Pereira ha saputo sintetizzare genialmente e come meglio non si potrebbe, con la battuta che conclude il suo commento-replica, quanto lo scrivente si è sforzato di argomentare in maniera molto diffusa in più di un post precedente.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: