CAPENA: UN’ORDINANZA CONTINGIBILE ED URGENTE DEL SINDACO SULL’ECOCENTRO COMUNALE

E’ stata emessa il 30 gennaio del corrente anno e pubblicata il giorno dopo all’albo pretorio (ovviamente anche su quello elettronico) un’ordinanza contingibile e urgente adottata dal Sindaco di Capena, n. 1/2012 e numero di Registro Generale 2/2012, concernente l’apertura dell’Ecocentro Comunale ubicato sulla via Provinciale Morlupo-Capena al km. 9,700.
Nelle premesse dell’ordinanza si richiama il decreto del Ministro dell’Ambiente datato 13 maggio 2009 ed entrato in vigore il 2 agosto 2009, relativo ai centri di raccolta dei rifiuti urbani raccolti in modo differenziato. Come si ricava ancora dalle premesse dell’ordinanza, trascorsi sedici mesi dall’entrata in vigore del menzionato decreto ministeriale, il Comune di Capena, con deliberazione di Giunta n. 124 del 17 dicembre 2010, ha previsto la realizzazione di un’isola ecologica comunale o Ecocentro conforme alle previsioni del suddetto decreto ministeriale, che a sua volta recepiva, con alcune modifiche, le indicazioni contenute in un precedente decreto datato 8 aprile 2008 dello stesso Ministro (dell’Ambiente); se mal non s’intende, poiché nella richiamata deliberazione di G.C. si dice che l’Ecocentro è localizzato lungo la via Provinciale Morlupo-Capena, il progetto preliminare approvato con la delibera di Giunta in questione prevede, in buona sostanza, non la realizzazione di un Ecocentro comunale ex novo, ma l’adeguamento di quello esistente ai criteri stabiliti nel succitato decreto del Ministro dell’Ambiente – adeguamento per la cui realizzazione, come dicono ancora le premesse dell’ordinanza, è stato richiesto con nota prot. n. 12779 del 26 luglio 2011 un finanziamento alla Provincia di Roma per l’importo di Euro 217.290,86.
Si dà atto nelle premesse dell’ordinanza che il Comune, attraverso l’Ufficio Tecnico Manutentivo, “si sta adoperando per provvedere alla realizzazione di alcuni lavori
fondamentali al fine di garantire il trattamento delle acque di prima pioggia all’intero dell’area
destinata all’Isola Ecologica, mediante la realizzazione di una pavimentazione in cemento armato, la
costruzione di una linea di raccolta con pozzetti e griglie e la costruzione di una vasca di
flottazione/sedimentazione oltre alla realizzazione di una tettoia per copertura RAEE
“, al fine di conformare l’Ecocentro ai requisiti stabiliti nel decreto ministeriale di cui sopra, e tuttavia, non potendo nelle more essere interrotto il servizio di raccolta dei rifiuti urbani conferiti in modo differenziato, potendo da tale interruzione derivare “un incremento degli abbandoni incontrollati di rifiuti sul
territorio comunale, con reale nocumento per la salute dei cittadini e per la salvaguardia dell’ambiente,
oltre ad una probabile emergenza sanitaria ed igiene pubblica
“, il Sindaco, ricorrendo “condizioni di eccezionale ed urgente necessità di tutela della salute pubblica e dell’ambiente“, ordina l’esercizio provvisorio dell’attuale Ecocentro comunale (Centro di raccolta comunale dei rifiuti differenziati) sino al 30 giugno 2012, nelle more dell’iter volto ad ottenerne la conformità alla normativa dettata con il sopra richiamato decreto del Ministro dell’Ambiente. Nell’ordinanza sindacale si dice che tale esercizio provvisorio è disposto dal Sindaco per sei mesi, ma tra il termine iniziale (1° febbraio 2012) e finale (30 giugno 2012) dell’esercizio provvisorio indicati nell’ordinanza decorrono cinque mesi (febbraio, marzo, aprile, maggio, giugno), non sei.
Come specificato nell’ordinanza, alla gestione dell’Ecocentro comunale provvede la Diodoro Ecologia S.r.l., ditta aggiudicataria – in forza di determinazione del competente Responsabile del Servizio n. 190 del 01.12.2011 Reg. Gen. 492, e in seguito a gara svoltasi con il metodo della procedura aperta con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa – del servizio di raccolta, trasporto e conferimento dei rifiuti urbani e assimilati nel territorio di Capena, inclusi anche la differenziata “porta a porta”, il servizio di spazzamento stradale e altri servizi accessorii, per un periodo di cinque anni.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: