CAPENA: LE (AUTO)ACCUSE DEL PARTITO DEMOCRATICO LOCALE

In un passaggio dell’articolo “Scandalo Lucus Feroniae, Capena vergogna d’Italia“, pubblicato il 9 marzo 2011 sul sito Internet del PD (Partito Democratico) di Capena, è dato leggere un apprezzamento secondo il quale l’Amministrazione Comunale di Capena sarebbe “cieca ad ogni proiezione sia verso il futuro che verso la storia ma concentrata solo sul saccheggio edilizio del territorio” (le ultime quattro parole, cioè “saccheggio edilizio del territorio”, sono in grassetto nel testo originale, riportato nel sito Web sopra menzionato).
Il giudizio è piuttosto pesante, ma quello che attira la nostra attenzione è il riferimento al “saccheggio edilizio del territorio“. Anziché di “saccheggio”, qualcuno parla talvolta, con variante lessicale che lascia pressoché intatto il significato, di “devastazione”.
Ora, il “saccheggio” o la “devastazione” sono eventi o sequenze di eventi che non possono non balzare agli occhi in qualche modo: non ci si riferisce certamente a sottotetti o seminterrati, ma a qualcosa di ben più visibile. Di qui l’ovvia domanda: ma se, come si asserisce in questo articolo, è stato “saccheggiato” (o “devastato”, come altri dice) il territorio di Capena, il PD di Capena che cosa stava facendo mentre ciò avveniva? Certo, di fronte a fatti di tale portata, quali un “saccheggio” o una “devastazione”, si deve o si dovrebbe fare qualcosa di più che deprecare ex post a cose fatte; bisognerebbe cercare di opporsi in qualche modo mentre le cose avvengono, non fare da spettatori passivi con generiche lamentazioni a posteriori.
Il quesito sopra posto ha ragione di essere. Certo, può anche darsi che, in ipotesi, ci sia stata, sotto qualche profilo, un’inerzia, la quale integrerebbe una colpa quantomeno di distrazione, nel caso in cui ci si fosse accorti del “saccheggio” e della “devastazione” solo dopo che sono si sono verificati, ma non durante il loro verificarsi; c’è anche un’altra possibilità, e cioè che qualcosa sia stato fatto e che abbia prodotto anche qualche effetto, ma che si preferisca non parlarne. Questa seconda eventualità è, in verità, inquietante quanto la prima: se qualcosa è stato fatto e ha prodotto qualche risultato, perché non tirare le conclusioni politiche, facendo affiorare le cose? Misteri della politica.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: