CAPENA: UN’INTERROGAZIONE PROPOSTA DAL CONSIGLIERE COMUNALE DI OPPOSIZIONE ALESSANDRO RISTICH IN MERITO A LAVORI DI MANUTENZIONE E MESSA IN SICUREZZA DI UNA RUPE

Con interrogazione/istanza assunta al protocollo comunale il 30 agosto 2011 con numero 14215 e diretta all’Assessore ai Lavori Pubblici (LL.PP.) e al Responsabile del III Dipartimento del Comune di Capena e per conoscenza al Sindaco e al Segretario Comunale di Capena, nonché pubblicata nella sezione “Interrogazioni e istanze” del sito Internet del movimento “Il Maestrale”, il Consigliere Comunale di opposizione Alessandro Ristich, prendendo spunto dalla deliberazione di Giunta Comunale n. 103 del 14 ottobre 2010, con la quale è stato approvato lo studio di fattibilità relativo ai lavori di manutenzione e di messa in sicurezza della strada delle Fornaci, rileva che le “problematiche geomorfologiche“, riscontrate con riguardo alla “scarpata antropica” realizzata in occasione della costruzione di un parcheggio pubblico nella zona di cui si tratta, sono emerse perché sono state trascurate le indicazioni contenute in una relazione geologica datata 20 luglio 2000, che raccomandava “interventi per una sistemazione idrogeologica dell’area (scoline di smaltimento delle acque superficiali, risagomatura della morfologia, opere di drenaggio) al fine di evitare che si verifichino nell’area, durante i periodi piovosi, fenomeni di dilavamento e smottamento superficiale della coltre di terreno di riporto” – indicazioni poi sostanzialmente riproposte nella relazione geologica dell’aprile 2010, quindi di un decennio dopo, che è stata commissionata per le “problematiche geomorfologiche” insorte nel frattempo e di cui è plausibile ipotizzare che siano dovute al fatto che i lavori per l’opera pubblica in questione furono a suo tempo fatti senza tener conto delle indicazioni già contenute nella relazione geologica del luglio 2000.

Chiede quindi il Consigliere interrogante se non possa ipotizzarsi, per la realizzazione dell’opera pubblica in questione, una responsabilità del Direttore dei Lavori, nonché del Responsabile del Servizio competente per i Lavori Pubblici e dell’Assessore ai Lavori Pubblici, e se sia giusto che i 150.000,00 (centocinquantamila/00) Euro ora previsti per la realizzazione delle opere per “regimare e diminuire per quanto possibile la presenza di acque meteoriche sul tratto di versante esaminato” – opere che avrebbero dovuto essere realizzate già dieci anni fa sulla base di quanto prescritto nella relazione geologica del luglio 2000 – escano dalle casse pubbliche comunali, anziché dalle tasche dei responsabili di eventuali negligenze commesse allorquando dieci anni fa fu progettata e realizzata l’opera pubblica in questione.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: