UN’INTERROGAZIONE-SEGNALAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE MASSIMO BIONDI A PROPOSITO D’INSTALLAZIONI PUBBLICITARIE ABUSIVE E DELLE CONSEGUENZE CHE LA LORO PRESENZA HA SULLA SICUREZZA DEI PEDONI

Con interrogazione datata 21 giugno 2011, assunta il giorno dopo al protocollo comunale con il numero 10738, diretta al Sindaco, al Responsabile del III Dipartimento e per conoscenza al Segretario Comunale, pubblicata in formato pdf con il numero 29 nella sezione “Lavori Consiliari” del sito Internet del movimento “La Destra” per Capena, il Consigliere Comunale Geom. Massimo Biondi espone, con corredo di documentazione fotografica, che un’installazione pubblicitaria abusiva, che l’interrogante attribuisce alla Società che ha stipulato una convenzione con il Comune per la cartellonistica nel territorio di Capena, ostacola l’accesso ad un marciapiede che costeggia la via Tiberina e che è essenziale per la salvaguardia dei pedoni in transito; aggiunge l’interrogante che altra installazione pubblicitaria abusiva, ubicata sullo stesso marciapiede, ostacola il passaggio dei pedoni sullo stesso e che nel tratto di via Tiberina compreso tra l’incrocio con via Monte Travicelli e l’incrocio con la Provinciale Capena-Morlupo numerosi sono cartelli abusivi, striscioni e altri cartelli appesi a recinzioni.

Sullo stesso argomento il Geom. Biondi ha inserito un post il 23 u.s. alle 17.36 sulla bacheca del gruppo Facebook “LA DESTRA CAPENA”.

L’interrogazione del Geom. Biondi porta l’attenzione su una delle sacche di piccola – se così la vogliamo definire… – illegalità nel territorio comunale, mai finora aggredite pur essendo sotto gli occhi di tutti e talora potenzialmente pregiudizievoli per un bene supremo quale è l’incolumità personale.

Due anni e qualche mese fa un autorevole personaggio, in un’occasione pubblica, ebbe a dire che Capena è un paese “da sempre tollerante e aperto”. Non era ben chiaro, dal contesto del discorso, quale fosse l’oggetto della tolleranza vantata dall’oratore. Quest’ultima interrogazione e altre precedenti del Consigliere Biondi dimostrano che, in punto di fatto, vi è tolleranza anche di situazioni che, peraltro palesemente, travalicano i confini della legalità.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: