CENNI A STORIE DELLA CAPENA CHE FU: UN TENTATIVO DI VALORIZZAZIONE TURISTICA DI UNA ZONA DELLA CAMPAGNA CAPENATE

Secondo quanto alcuni ricordano, durante l’impero di un Sindaco espresso in origine dalla DC e poi dalla stessa espulso, fu, tra l’altro, formulato un progetto di valorizzazione turistica della zona del Lago, grazie ai prospettati investimenti di un privato, Giolitti, proprietario di un noto locale (gelateria) a Roma. Naturalmente il privato investitore avrebbe dovuto averne un ritorno. Questo progetto suscitò l’opposizione dei comunisti locali, i quali, a quanto alcuni ricordano, andarono a manifestare fin davanti alla casa del Sindaco di allora, sostenendo che non era giusto che finissero nella disponibilità di un privato beni che dovevano restare del popolo.

Il progetto non andò in porto, ma non sembra che poi proposte alternative siano state anche solo seriamente formulate.

Una Risposta to “CENNI A STORIE DELLA CAPENA CHE FU: UN TENTATIVO DI VALORIZZAZIONE TURISTICA DI UNA ZONA DELLA CAMPAGNA CAPENATE”

  1. jobin Says:

    meno male che allora esistevano i comunisti!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: