CAPENA: LE PROPAGGINI DELLA CAMORRA?

Dal sito notizie.virgilio.it (articolo postato 2 giorni fa da TMNews):

Dalle indagini della procura di Napoli sono emersi i forti interessi economici del clan nella provincia di Roma dove una cellula operativa dei Mallardo aveva stretto accordi con esponenti del clan dei casalesi per la realizzazione di una grossa operazione edilizia e immobiliare a Capena, alle porte della capitale […] Il clan Mallardo da quanto è emerso dalle indagini ha via via allargato il raggio di azione per il reinvestimento dei proventi illeciti nel Lazio, in particolare la provincia di Roma“.

Dal sito www.studio93.it (articolo piuttosto dettagliato, pubblicato il dieci maggio ultimo scorso, di cui si consiglia la lettura per più approfondita informazione):

Le attività di riscontro hanno portato all’individuazione di importanti speculazioni edilizie e realizzazioni di immobili di pregio, soprattutto in Provincia di Roma, dove, tra l’altro, la cellula operativa del clan MALLARDO aveva operato stringendo accordi economici con esponenti di spicco del clan dei CASALESI, con i quali condivideva il prodotto finale delle attività illecite (tra tali speculazioni è stato individuato un grosso complesso edilizio, realizzato in joint venture tra esponenti del clan MALLARDO e del clan dei CASALESI ed edificato in CAPENA, alle porte di Roma)“. 

Nella sottosezione “IL PARTITO DEL CEMENTO” della sezione “RASSEGNA STAMPA” del sito Internet del “Movimento Capena Anno Zero” sono stati inseriti negli ultimi giorni quattro link ad articoli sull’argomento di cui sopra.

Domanda: qualcuno dell’opposizione chiederà qualche spiegazione al riguardo o l’agenda deve continuare a dettarla chi vuole che si parli della lettera di Bindi?

Domanda: il Comune di Capena si è costituito/si costituirà parte civile, qualora ve ne sia modo, nel procedimento o nei procedimenti che riguardano investimenti dei predetti clan a Capena, se non altro per danno d’immagine o comunque non patrimoniale? Ci sarà modo di chiedere soldi per risarcimento di danno non patrimoniale ai camorristi, così come si è fatto (informandone la collettività mediante avviso sul sito Internet del Comune) con il suddetto signore per una lettera al Sindaco, cioè per un fatto la cui rilevanza sociale è quasi nulla?

Domanda: la speculazione edilizia di cui si parla, a proposito degl’investimenti camorristici a Capena, è forse quella relativa al comprensorio residenziale il cui sequestro fu oggetto di un manifesto fatto uscire nel giugno 2009 dal Partito Democratico a Capena?

Domanda: ai soggetti legati ai suddetti clan sono stati rilasciati permessi di costruire dal Comune di Capena? era tutto in regola con questi permessi? la speculazione edilizia cui si accenna nelle notizie sopra riportate è stata compiuta in zona agricola?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: