CAPENA: PECULIARITA’ DEL SILENZIO E UTILITA’ DELLA COMPARAZIONE

Abbiamo già notato in un precedente post come tra le forze politiche di opposizione a Capena non sembri finora essere emerso molto interesse per un fatto che pure non è privo di gravità, e cioè l’apertura di più procedimenti penali per l’accusa di lottizzazione abusiva nel territorio di Capena.

E’ utile comparare quel che accade a Capena con quel che accade in paesi confinanti.

A Castelnuovo di Porto, Alessandra Paradisi, Sindaco di Castelnuovo di Porto tra il 1995 e il 1999 e successivamente più volte Consigliere Comunale di opposizione, ha scritto un articolo, pubblicato sul sito www.nerosubianconews.com, nel quale si tratta di episodi di lottizzazione abusiva. Il fatto ha assunto una certa rilevanza perché nelle due società lottizzatrici coinvolte negli episodi cui fa riferimento la Paradisi era socio Fabio Stefoni, in una di esse almeno fino al maggio 2009, cioè fino a poco prima che fosse eletto Sindaco di Castelnuovo di Porto. La Paradisi ha anche sollevato il problema dell’incompatibilità dello Stefoni con la carica di Sindaco per lite pendente; la questione è stata ritenuta non fondata dal Consiglio Comunale di Castelnuovo di Porto in occasione della prima riunione dopo le elezioni comunali del 2009.

Osserviamo che in questo caso:

1) un Consigliere Comunale di opposizione scrive apertamente e senza remore a proposito di indagini per lottizzazioni abusive nel territorio del comune (Castelnuovo di Porto), scrivendo altresì apertamente e senza remore della connessione che almeno in passato esisteva tra le due società lottizzatrici e colui che dal giugno 2009 è Sindaco del Comune, essendo almeno in passato egli socio delle stesse;

2) come si ricava dall’articolo della Paradisi, uno almeno degli episodi di lottizzazione abusiva in questione ha attirato l’attenzione di una trasmissione televisiva di rilevanza nazionale (“Striscia la notizia”), per le conseguenze che si sono prodotte a carico degli aventi causa dalla società lottizzatrice;

3) su questi episodi di lottizzazione abusiva, oggetto anche d’indagini penali, sul (passato, almeno) legame del Sindaco Fabio Stefoni con due società lottizzatrici, in quanto (passato) socio delle medesime, sugl’intrecci tra queste e altre società, si sofferma addirittura un’interrogazione proposta il 30 luglio 2009 da Antonio Di Pietro e diretta al Ministro dell’Interno (riportata nella pagina Web sotto l’articolo della Paradisi), alla quale risponde un Sottosegretario rimettendosi a quanto deciso nella seduta del 24 giugno 2009 dal Consiglio Comunale di Castelnuovo di Porto, che allora respinse il reclamo per lite pendente formulato dalla Paradisi in merito alla compatibilità dello Stefoni con la carica di Sindaco.   

Quindi, a Castelnuovo di Porto un Consigliere Comunale di opposizione parla e scrive apertamente a proposito di episodi di lottizzazione abusiva, sui quali si appunta altresì l’attenzione di un parlamentare e quella di una nota trasmissione televisiva. Sembra che la situazione sia piuttosto differente rispetto a Capena.

2 Risposte to “CAPENA: PECULIARITA’ DEL SILENZIO E UTILITA’ DELLA COMPARAZIONE”

  1. speranzacapenate Says:

    sappiamo che l’opposizione denuncio’ a firma di segretari di partito episodi di abusi edilizi e spesso in decine di manifesti … il consenso poi e ‘ continuato ad andare al centrodestra! Che alla coddetta GENTE interessi solo il suo orticello nel segreto della cabina elettorale?

  2. trendelenburg Says:

    In punto di fatto, osservo che risulterebbe una (una) denuncia, ma non ricordo manifesti; al più qualche volantino o un volantino. E comunque, il problema è che, quando dopo anni pare che si sia arrivati al dunque e che vi sia modo di evidenziare taluni gravi episodi e le responsabilità connesse, l’opposizione, con l’unica eccezione finora di un’interrogazione del “Maestrale”, tace.
    Quanto alle preferenze della “gente”, già in una precedente replica a commento ho osservato che nelle elezioni comunali del 2009 la lista civica vincitrice, erede delle amministrazioni dei due quinquenni precedenti, ha preso il 39% dei voti validi espressi, a fronte del 61% complessivo andato alle opposizioni: ciò ridimensiona alquanto la portata, se non proprio la fondatezza di quanto asserito dall’utente speranzacapenate.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: