CAPENA: UN’ISTANZA/INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE ALESSANDRO RISTICH IN MERITO AL RAPPORTO CONTRATTUALE LOCATIZIO INTERCORRENTE TRA COMUNE DI CAPENA E UNIVERSITA’ AGRARIA DI CAPENA

Con interrogazione datata 7 luglio 2010 e assunta il giorno dopo al protocollo comunale con il numero 11180, diretta al Sindaco e per conoscenza a due altri membri della Commissione Consiliare per il Centro Sociale Anziani e al Segretario Comunale, il Consigliere Comunale Alessandro Ristich, facendo seguito a precedente interrogazione trattata nel post immediatamente precedente a questo e assunta al protocollo comunale il 9 giugno 2010 con numero 9088, chiede, in merito al contratto di locazione stipulato tra il Comune di Capena e l’Università Agraria di Capena in data 27 gennaio 2006 con numero di repertorio 1557 e avente ad oggetto locali tra i quali rientrano quelli che ospitano il Centro Sociale Anziani: a) di avere copia dell'”atto di registrazione” del contratto de quo agitur; b) di sapere – poiché nelle premesse del suddetto contratto si dice che due vani facenti parte dell’appartamento sito al primo piano del fabbricato di proprietà dell’Università Agraria di Capena in via San Luca sono stati assegnati ad associazioni culturali a decorrere dal 1° gennaio 2006 – quali siano tali associazioni culturali e se con le stesse siano state stipulate convenzioni e, se sì, di quale tenore; c)  di sapere – poiché nell’art. 8 del medesimo contratto si dice che i due vani di cui al punto precedente hanno riportato danni in seguito a precedente locazione da parte del Comune, del quale si dice nell’articolo stesso che provvederà alla riparazione in conformità a preventivo redatto da tecnico comunale – a quanto sia ammontato il costo di tale riparazione, da quale ditta sia stata effettuata e se siano state inflitte sanzioni a chi ha cagionato i danni, nonchédi prendere visione delle fatture rilasciate per i lavori di riparazione; d) in quale voce del bilancio siano inserite le variazioni (del canone, sembra d’intendere) stabilite, ai sensi dell’art. 6 del contratto di locazione in questione, nella misura del 75% delle variazioni (del costo della vita) così come accertate dall’ISTAT; e) in ordine al deposito cauzionale di 1.000,00 Euro previsto nell’art. 14 del contratto di locazione di cui si tratta, se tale deposito sia stato versato su un libretto appositamente aperto e se gl’interessi legali che maturano sullo stesso siano rimborsati con cadenza annuale o solo alla fine del contratto.

Poiché nell’istanza/interrogazione si menziona un contratto di locazione stipulato il 27 gennaio 2006 , senza che si riferisca di alcun contratto precedente di locazione tra Comune di Capena e Università Agraria di Capena, e poiché di fatto la locazione di locali dell’edificio di proprietà dell’Università Agraria di Capena in via San Luca al Comune di Capena è in essere, se mal non ricordiamo, dalla fine degli anni ’80, sembrerebbe che per molto tempo questo rapporto non sia stato consacrato in un documento contrattuale scritto, come dovrebbe essere, sotto pena di nullità, tra enti pubblici o comunque nei rapporti contrattuali in cui almeno una delle parti è un ente pubblico (ciò equivale a dire che i contratti degli enti pubblici sono sempre contratti formali).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: