CAPENA: UNA MOZIONE RIGUARDANTE I GRUPPI ROM TRASFERENDI AL C.A.R.A. IN TERRITORIO DI CASTELNUOVO DI PORTO

Con lettera datata 1° aprile 2011 e diretta al Sindaco del Comune di Capena, pubblicata in data 7 aprile sulla homepage del sito Internet del Circolo del Partito Democratico di Capena “Angelo Zaccardini”, i Consiglieri Comunali della lista civica di centrosinistra “Viva Capena” hanno presentato una “mozione nomadi” in vista del Consiglio Comunale straordinario che si è tenuto sull’argomento a Capena il 3 dello stesso mese.

Nella mozione, i Consiglieri Anna Maria Brancato e Roberto Barbetti premettono, facendo riferimento alle somme stanziate per il finanziamento del c.d. “Piano Nomadi” (trenta milioni abbondanti di Euro e altri trenta milioni richiesti), che mai nessuna Amministrazione come quella attuale di Alemanno ha potuto disporre di così ingenti risorse finanziarie per affrontare il problema delle comunità Rom e Sinti a Roma; premettono altresì, facendo riferimento all’istituzione della figura del Commissario Straordinario per l’Emergenza Nomadi nel Lazio con decreto nel 2008 recentemente riproposto per la terza volta, che mai nessuna Amministrazione, come quella attuale, si è potuta, per affrontare detto problema, avvalere di poteri straordinari quali quelli attribuiti al menzionato Commissario Straordinario, con facoltà di derogare a norme vigenti. Con tutto ciò, l’Amministrazione Alemanno – prosegue la mozione – non ha trovato di meglio che attuare una politica degli sgomberi qualificata vessatoria nella mozione, senza accompagnarla con alcuna credibile proposta di accoglienza, con la conseguenza – si dice sempre nella mozione – di aumentare gli “insediamenti spontanei” nel territorio di Roma e provincia e di sovrappopolare i sette campi regolari attrezzati esistenti nel territorio cittadino; da ultimo, ecco la trovata dell’Amministrazione Alemanno di trasferire d’imperio – senza alcuna previa consultazione né delle istituzioni locali (Comuni), né della Provincia di Roma, né delle forze sociali e associative presenti in città – gruppi di Rom residenti a Roma nel Centro per l’Accoglienza dei Richiedenti Asilo, che, come si evince da una dichiarazione del Consigliere Regionale PD Lucherini riportata nella lettera cui è allegata la mozione, fu istituito con decreto ministeriale per accogliere i “richiedenti asilo” e quindi gente in fuga dalla guerra e dalla fame. Con la mozione, i Consiglieri Brancato e Barbetti propongono l’istituzione di un tavolo interistituzionale di consultazione tra Regione Lazio, Provincia di Roma, Comune di Roma e Comuni della Provincia per affrontare in maniera equilibrata e razionale la complessa materia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: